sabato 17 febbraio 2018

Un gran bel falò

E' stato davvero un gran bel falò che ha visto la presenza calorosa di tanti Succisani e non e  nonostante la pioggia che per tutto il giorno è caduta sul nostro Appennino. Un falò magnifico di lunga durata realizzato in primis da Stefano Pasquali e Giordano Rapanà con la collaborazione di Pierangelo Squeri, Maurizio Rosi, Aldo Arequipi, Nicola De Cicco, Alessandro Pasquali, Massimo Ghelfi, Mattia Toma e Mattia Monacchia. Una bella festa che molti hanno voluto proseguire in allegria con una generosissima pizza al ristorante IL TESTO.










Anche fuochi d' artificio


venerdì 16 febbraio 2018

Falò succisano

Sono in corso i lavori preparatori del Gran Falò del Carnevale Succisano.
Domani sera, alle ore 19, tutto il paese di Succisa e molti amici e curiosi dei paesi vicini si ritroveranno nel luogo prescelto e assisteranno a quello che già si preannuncia come un bellissimo spettacolo. Il falò succisano sarà l' atto conclusivo del Carnevale sul nostro Appennino, da secoli variamente festeggiato con scherzi, balli, turdèi e falò.












mercoledì 14 febbraio 2018

Oggi?

Qualche immagine che faccia intendere com' era il tempo sul nostro Appennino oggi?  Tenete comunque conto che è stata una giornata fredda anche nelle ore più calde e che stamattina ci siamo risvegliati con la neve (poca) e il gelo.

FOTO DELLE ORE 16   circa









martedì 13 febbraio 2018

Un carnevale

Iniziato nelle prime ore del mattino con una leggera spolverata di neve il giorno conclusivo di carnevale sta procedendo col sole, ma con temperature piuttosto rigide.
Gli anni scorsi nel mio paese si concludeva in allegria la sera con la tortellata nella trattoria locale. Quest' anno, non potendo essere così, i paesani mangeranno i 'turdèi' in famiglia o riuniti con parenti e amici.
Il classico falò di Succisa, in fase avanzata di allestimento, sarà bruciato sabato prossimo alle ore 19, giorno in cui sicuramente potrà essere presente un numero di persone di gran lunga maggiore.

domenica 11 febbraio 2018

Giorni di Carnevale

Quando i nostri paesi erano pieni di gente, parliamo di parecchi decenni fa, i giorni che precedevano il carnevale vedevano giovani, ragazzi e vecchi indaffarati a preparare costumi 'belli e brutti' con cui vestirsi e girare il paese per fare stupire o far ridere a crepapelle. I fiaschi di vino nostranello (di pochi gradi) si svuotavano e si riempivano in continuazione mentre i tortelli (turdèi) erano il piatto forte preparato in abbondanza per il pranzo e la cena. La sera si ballava in allegria al suono della fisarmonica ... ma solo fino alla mezzanotte esatta quando poi cominciava la quaresima con la dovuta penitenza.

Foto di repertorio






giovedì 8 febbraio 2018

Sulla Cisa

Nel pomeriggio di oggi, dopo un po' di tempo che non ci andavo, 'ho fatto un salto' sulla Cisa dove la neve non manca.
Ecco alcune immagini.



Il Passo

Versante parmense




Versante lunigianese



mercoledì 7 febbraio 2018

Tutto il crinale

Tutto il crinale del nostro Appennino è ricoperto da neve abbondante. Un febbraio, quindi, che sta rispettando la tradizione e di questi tempi in cui è ricorrente parlare di cambiamenti climatici può considerarsi certamente una buona notizia. Molta neve sui monti vuol dire una garanzia per la portata delle sorgenti nel periodo estivo e un vantaggio per il suolo e la vegetazione in genere. Si è sempre detto che anche la produzione dei funghi ne trae un indubbio beneficio.